Trading: come ho iniziato io

Per iniziare a fare trading, la prima cosa che bisogna fare è iscriversi in una piattaforma autorizzata, che può essere la tua banca oppure no. In buona sostanza, una volta scelta la propria piattaforma preferita, questi sono i passi da seguire (come ho fatto anche io):

  • Iscriversi. Il broker richiede sempre l’iscrizione del profilo sul proprio sito web, poiché è necessario inserire dati reali come nome, cognome, informazioni personali e conto bancario.
  • Provare la piattaforma. Questa è la prima vera e propria fase di trading. All’inizio, è consigliabile utilizzare un conto finto (Demo), per provare tutti gli strumenti disponibili sulla piattaforma. Se questi non fossero di tuo gradimento, potrai semplicemente cancellare la tua iscrizione e cambiare piattaforma, senza aver speso il becco di un quattrino.

    Nota che: se la piattaforma che hai scelto non offre un conto Demo, allora significa che al 99% c’è qualcosa che non va.

    Lascia perdere e cambia subito porto, perché di piattaforme al mondo ce ne sono pure troppe.

  • Effettuare il primo versamento. Questo ti servirà per iniziare a fare trading vero e proprio. Inizia con piccole somme e non investire mai più di quanto puoi permetterti di perdere. I metodi di deposito più utilizzati sono quelli facilmente tracciabili (per evitare eventuali truffe), quindi bonifici bancari, carte di credito/debito, carte ricaricabili e molti altri ancora. Diciamo che sulla piattaforma più ce ne sono e meglio è! Ricorda: la piccola somma iniziale, probabilmente verrà “spesa” molto presto. Per iniziare a fare trading “sul serio”, è necessario un investimento iniziale “adeguato”. La maggior parte delle piattaforme presenti online, offrono la leva finanziaria, uno strumento che ti aiuta ad aumentare la portata del tuo investimento, sfruttala per bene.
  • Trading vero e proprio. Ora che possiedi un conto reale e lo hai caricato, puoi iniziare a fare il vero trading. Per “vincere” è necessario pianificare la propria strategia, anche servendosi delle notizie finanziarie che diverse piattaforme di trading mettono a disposizione in vari pannelli informativi.

Quale Broker utilizzare?

Non sono qui per consigliarti Tizio o Semprionio, conosciamo un po’ tutti i nomi dei broker più famosi sulla piazza (IQ Option è il primo che mi viene in mente), l’importante, è affidare i propri risparmi ad un broker autorizzato. L’aspetto più importante, infatti, in questo caso è la legalità. Ogni paese dell’UE dispone delle proprie leggi (con CySec), in Italia è la Consob ad occuparsi delle autorizzazioni per i Broker. La piattaforma che scegli deve essere nell’elenco della Consob, perché in questo modo:

  • si è certi che la società è vigilata;
  • il trader viene messo al riparo dalle truffe;
  • i software vengono verificati e testati accuratamente da società autorizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *